fog-1868536_1920

Perù Active Tour

from
2.690,00

20/04/2020

27/04/2020

04/05/2020

Un nuovo tour che tocca le classiche mete di questo splendido paese in maniera originale e attiva: bicicletta, quad, dune buggy, saranno infatti alcuni dei mezzi utilizzati per gli spostamenti per vivere le antiche civiltà e i magnifici paesaggi del Perù in modo diverso, insolito.

Queste sono solo alcune delle mete che toccherà il tour: Lima, Paracas, Cusco, Valle Sacra, Machu Picchiu, Montagne Arcobaleno, Lago Titicaca, Arequipa.

  • Reviews 0 Reviews
    0/5
  • Vacation Style Holiday Type
    Archeologia, Avventura, Tour
  • Activity Level Difficile
    7/8
  • Group Size Small Group
    min 2
All about the Perù Active Tour.

Descrizione del tour

Grande Novità: Un nuovo tour che tocca le classiche mete di questo splendido paese in un maniera innovativa e attiva. Bicicletta, Quad, Dune Buggy saranno alcuni dei mezzi utilizzati in questo tour per vivere il Perù in un modo diverso e insolito.

Perché scegliere Mistral:

Giro in bici della città di lima;

Quad in valle sacra;

Dune Buggy sulla dune più alte del mondo;

Inca Trail Montagne Arcobaleno;

Kayak sul lago Titicaca.

Luoghi visitati

Lima, Paracas, Cusco, Aguascalientes, Puno, Arequipa

SPECIFICHE DEL TUO VIAGGIO

Tipologia di viaggio: Di gruppo

Lingua: Bilingue Inglese/Spagnolo

Trattamento: Come da programma

Mezzi di trasporto: Pullman; Aereo; Treno

Paesi: Perù

Minimo passeggeri: 2

Categorie: Turistica; Superiore

Guida: Guide locali su base collettiva in lingua spagnola/inglese fino a 7 passeggeri. In italiano da 8

The tour package inclusions and exclusions at a glance
What is included in this tour?Items that are included in the cost of tour price.

La quota comprende:

  • Voli internazionali e nazionali secondo quanto indicato nel preventivo (se non specificati, il preventivo è da intendersi come solo land);
  • Pernottamento e prima colazione negli hotels indicati o similari di pari categoria;
  • Trasferimenti da e per gli aeroporti;
  • Viaggi in treno o in bus di linea indicati;
  • Il programma di visite indicato con auto e guida su base collettiva parlante Spagnolo/Inglese fino a 7 passeggeri o private in italiano dagli 8 passegger;
  • I pasti indicati.
  • Iscrizione: 95 euro per persona

Guida:

  • Guide locali su base collettiva in lingua spagnola/inglese fino a 7 passeggeri. In italiano da 8
What is not included in this tour?Items that are not included in the cost of tour price.

La quota non comprende:

  • Le bevande;
  • Le mance;
  • I pasti eventualmente non indicati;
  • Le spese a carattere personale;
  • Le tasse aeroportuali;
  • Tutto quanto non incluso alla voce “La quota comprende”.

 

 

  1. Giorno1 Italia-Lima

    Partenza per Lima in mattinata con volo Iata. Volo diurno. Arrivo nel tardo pomeriggio. Trasferimento in albergo. Cena libera.

    PUNTI D’INTERESSE

    Lima

    Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Fondata da Francisco Pizarro il 18 gennaio del 1535, fu devastata a più riprese dai terremoti, che ne modificarono l’originaria atmosfera coloniale. Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge ed i suoi parchi. Alcuni siti turistici a Lima sono la Plaza de Armas, il punto da cui trasse origine Lima, la Catedral de Lima, l’Iglesia de Santo Domingo, il Monastero di San Francesco e l’Iglesia de la Merced. Sostando in questa bellissima città non si possono perdere i suoi musei, legati alla storia pre-colombiana, come ad esempio il museo Larco, caratteristico per la sua collezione di oggetti d’oro e pietre preziose.

  2. Giorno2 Lima

    Prima colazione. Partenza per la visite dei quartieri bohémien di lima in bicicletta. Pomeriggio a disposizione Pasti liberi. Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Storicamente è stata anche la capitale del Vicereame spagnolo delle Indie, ed è ancora oggi il centro culturale ed economico del Perù. Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge, i suoi parchi. Per chi vi fa una sosta, è imperdibile una visita a qualcuno dei suoi musei, legati alla storia pre-colombiana: su tutti, merita una citazione lo spettacolare museo Larco, che ha una collezione di oggetti d’oro e pietre preziose (ritrovati nelle tombe monumentali del nord o nei santuari) senza pari al mondo. Lima è anche la capitale della cucina peruviana, oggi assurta a livelli di assoluta eccellenza internazionale: non perdetevi un ‘ceviche’ o una ‘causa’ nei ristoranti più ‘in’ lungo la costa dell’Oceano…

    PUNTI D’INTERESSE

    Monastero di San Francisco

    Il Convento de San Francisco è il nome spagnolo di ”Monastero di San Francesco” e ha sede a Lima. La chiesa fu completata nel 1774 ed è nota per la sua architettura, un alto esempio di neoclassicismo spagnolo, mentre la sua biblioteca è di fama mondiale e vi sono catacombe sotto il monastero contenenti un ossario. Nel refettorio sono custoditi 13 dipinti rappresentanti il patriarca Giacobbe e i suoi 12 figli. La chiesa e il convento sono parte del Centro Storico di Lima, che è stato aggiunto alla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1991.

    Plaza Mayor

    Plaza Mayor o Plaza de Armas di Lima, è il luogo di nascita della città di Lima, il cuore della città. Situata nel centro storico di Lima, è circondata dal palazzo del Governo, dalla cattedrale di Lima, dal palazzo dell’Arcivescovo di Lima, dal palazzo del Municipio e dal palazzo dell’Unione.

    Lima

    Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Fondata da Francisco Pizarro il 18 gennaio del 1535, fu devastata a più riprese dai terremoti, che ne modificarono l’originaria atmosfera coloniale. Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge ed i suoi parchi. Alcuni siti turistici a Lima sono la Plaza de Armas, il punto da cui trasse origine Lima, la Catedral de Lima, l’Iglesia de Santo Domingo, il Monastero di San Francesco e l’Iglesia de la Merced. Sostando in questa bellissima città non si possono perdere i suoi musei, legati alla storia pre-colombiana, come ad esempio il museo Larco, caratteristico per la sua collezione di oggetti d’oro e pietre preziose.

  3. Giorno3 Lima/Paracas

    In mattinata partenza con bus di linea per Paracas. Arrivo e trasferimento in hotel. Pomeriggio dedicato alla esplorazione delle dune di sabbia Paracas con la Dune Buggy. Sosta per provare a fare sandboarding sulla dune. Rientro in hotel. Pasti liberi * visita collettiva

    PUNTI D’INTERESSE

    Paracas

    La penisola di Paracas possiede la riserva marina più grande del Perù e ospita più di 200 tipi di volatili marini e una gran varietà di specie acquatiche. E’ situata in quello che oggi è il distretto di Paracas della provincia di Pisco nella regione Ica.

  4. Giorno4 Paracas

    In mattinata, escursione in barca alle isole Ballestas, celebri per la ricchissima fauna marina e per il famoso ’candelabro’ precolombiano scolpito sulla parete di una roccia. Resto della mattinata a disposizione per il relax in piscina o sulla spiaggia dell’Oceano pacifico. Possibilità di sorvolo facoltativo della linee di Nazca con partenza dall’aeroporto di Pisco. Si consiglia di prenotarlo dall’Italia al costo di 350 euro per persona.

    PUNTI D’INTERESSE

    Paracas

    La penisola di Paracas possiede la riserva marina più grande del Perù e ospita più di 200 tipi di volatili marini e una gran varietà di specie acquatiche. E’ situata in quello che oggi è il distretto di Paracas della provincia di Pisco nella regione Ica.

  5. Giorno5 Paracas/Lima/Cusco/Valle Sacra

    Prima colazione. In mattinata, trasferimento a Lima con bus di linea. Trasferimento in aeroporto e volo per Cuzco. Trasferimento in albergo in valle sacra . Resto della giornata a disposizione. Pasti liberi. Cusco (o Cuzco), situata a 3399 m slm, è il cuore pulsante del Perù, luogo magico per eccellenza: fu infatti la sontuosa capitale dell’impero Inca ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1983 dall’UNESCO. Basta una breve passeggiata a piedi nel centro storico per essere catturati dalla magia di Cusco: gli Spagnoli, che la conquistarono a metà del XVI sec. d.C., ne ammirarono l’ingegnoso impianto urbanistico e la solidità delle costruzioni. Fu così che lasciarono intatta la città, limitandosi ad aggiungere un secondo piano in stile barocco alle costruzioni originarie, oppure a riutilizzare le pietre dei palazzi preesistenti per edificare le chiese.

    PUNTI D’INTERESSE

    Lima

    Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Fondata da Francisco Pizarro il 18 gennaio del 1535, fu devastata a più riprese dai terremoti, che ne modificarono l’originaria atmosfera coloniale. Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge ed i suoi parchi. Alcuni siti turistici a Lima sono la Plaza de Armas, il punto da cui trasse origine Lima, la Catedral de Lima, l’Iglesia de Santo Domingo, il Monastero di San Francesco e l’Iglesia de la Merced. Sostando in questa bellissima città non si possono perdere i suoi musei, legati alla storia pre-colombiana, come ad esempio il museo Larco, caratteristico per la sua collezione di oggetti d’oro e pietre preziose.

    Qorikancha

    Il Qoricancha, originariamente chiamato Inti Kancha era il tempio più importante dell’impero Inca, dedicato principalmente a Inti, il dio del sole. Le pareti e i pavimenti erano coperti di lastre d’oro massiccio, e il cortile era pieno di statue d’oro, ma i coloni spagnoli costruirono la cattedrale di Santo Domingo sul sito, demolendo il tempio e con le sue fondamenta fecero la cattedrale. Tutto ciò che resta di Qorikancha sono delle strutture in pietra, ma nelle vicinanze si trova un museo archeologico sotterraneo, che contiene numerosi pezzi interessanti, tra cui mummie, tessuti e idoli sacri dal sito.

    Tambomachay

    Tambomachay o Tampumachay è un sito archeologico associato all’Impero Inca, situato vicino a Cusco. Questo sito si compone di una vasca cerimoniale in pietra lavorata che convoglia l’acqua di una fonte cristallina attraverso fontane ancora funzionanti, ed è per questo che il suo nome alternativo è ’El Baño del Inca’ ovvero ’Il bagno degli Incas’. Secondo alcune ipotesi il sito era dedicato al culto inca dell’acqua e anticamente poteva esser stato utilizzato come avamposto militare o come luogo di cura per l’élite politica inca.

    Puca Pucara

    Puca Pucara è una costruzione militare ubicata vicino a Cusco, in Perù. Questa fortezza è composta da grandi muri, terrazze e scalinate e faceva parte dell’unione difensiva di Cusco in particolare e dell’Impero Inca in generale. Nell’ambito delle costruzioni archeologiche vicino alla capitale dell’ormai estinto impero, si può visitare questa località. Puca Pucara deve il suo nome al colore rosso che acquisiscono le rocce durante il crepuscolo, ed è un’ulteriore esempio di architettura militare, un tempo con funzione amministrativa.

    Qenqo

    Qenco è un luogo sacro ed è costituito da una grande roccia calcarea sulla quale sono state scavate nicchie e gradini con diverse incisioni simboliche. Questi canali si ritiene servissero per il sacrificio rituale accompagnato dalla chicha (birra prodotta con mais fermentato) o probabilmente dal sangue. Nella parte sotterranea vi è una grotta con diversi altari ricavati nella pietra.

    Sacsayhuaman

    La fortezza di Sacsayhuamán o Sacsaihuaman è un sito archeologico Inca situato nella regione di Cusco, ed il nome significa letteralmente ”falco soddisfatto”. Questa rovina è tra le più suggestive situate nelle vicinanze di Cuzco ed è composta da tre aree distinte, di cui la più suggestiva è delimitata da magnifiche mura poste su tre livelli che costituiscono le fortificazioni. Ad ogni solstizio d’estate vi si festeggia l’Inti Raimi, la festa di Inti, il dio del Sole, ed in tale circostanza vengono ancora effettuati rituali risalenti all’epoca incaica.

    Plaza de Armas

    La Plaza de Armas è il nome della piazza principale di molte città dell’America Latina, nonostante alcune grandi città abbiano sia una Plaza de Armas che una Plaza Mayor. Intorno alla piazza, situata nella splendida e storica città di Cusco, sorgono dei portici di epoca coloniale, e anticamente era più grande perchè comprendeva un’altra piazza, che attualmente è la Plaza Regocijo. Di sera la piazza assume un fascino diverso illuminata dalle luci, ed è ancora più suggestiva che di giorno.

    Cusco

    Cusco (o Cuzco), è il cuore pulsante del Perù, luogo magico per eccellenza: fu infatti la sontuosa capitale dell’impero Inca ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1983 dall’UNESCO. Oggi è ancora possibile ammirare la Korikancha (l’antico tempio del sole), il Convento delle Vergini del Sole (trasformato in Monastero di clausura), la grandiosa fortezza di Saqsayhuaman, alcuni palazzi reali inca in perfetto stato di conservazione, oltre a decine di altri resti archeologici, che convivono in un bizzarro connubio con palazzi e chiese barocche, il cui stile risente fortemente dell’influenza andina.

  6. Giorno6 Valle Sacra degli Incas

    Mattinata a disposizione Si consiglia di fare un escursione di rafting sul fiume Urubamba ( da prenotare dall’Italia al costo di 200 euro a persona ). Nel pomeriggio escursione di mezza giornata a Maras e Moray in Quad. Cena libera. * escursione su base collettiva.

    PUNTI D’INTERESSE

    Ollantaytambo

    Ollantaytambo è una cittadina del Perù situata 75 km a nord-est di Cusco. Questa fortezza inca di cui il nome significa locanda di Ollantay (il nome di un guerriero), fu una delle città dove gli inca e gli spagnoli si batterono quando Manco Inca cercava di raggruppare la resistenza inca dopo la disfatta di Cusco. E’ un luogo incantevole, pieno di strette stradine secondarie, edifici di pietra e canali di irrigazione.

    Valle Sacra degli Incas

    La valle del Rio Urubamba è chiamata anche ‘Valle sagrado de los Incas’, per l’abbondanza di acqua che la rende molto fertile e, per questa ragione, divenne il ‘granaio’ degli Incas, la cui capitale, Cusco, distava appena poche decine di chilometri, e la sua importanza fu tale che la sua storia si intreccia a doppio filo con quella dell’impero Inca e della colonia spagnola. In questa valle si possono ancora osservare antichi insediamenti civili incaici, villaggi andini la cui lingua madre è il quechua (lingua degli Incas), mercati dove è ancora in uso il baratto e la grandiosa fortezza militare di Ollantaytambo. La parte più caratteristica è quella delle cime andine innevate, testimoni silenziose di tutti gli eventi del passato.

    Pisac

    Pisac è un villaggio peruviano situato nella Valle Sacra, sul fiume Urubamba, ed è noto per il mercato del martedì, del giovedì e della domenica, in quanto attira traffico turistico dalla vicina città di Cusco. Questa località è caratterizzata da due parti distinte: il villaggio d’epoca coloniale situato vicino al fiume e la fortezza inca in bilico su di uno sperone di roccia. Sulla sommità di una collina vi sono le rovine della città degli inca, così come i numerosi terrazzamenti che si estendono sulle pendici meridionali e orientali della montagna tracciando ampie curve. Pisac è, inoltre, famosa per la festa della Virgen del Carmen che si tiene a metà luglio.

    Cusco

    Cusco (o Cuzco), è il cuore pulsante del Perù, luogo magico per eccellenza: fu infatti la sontuosa capitale dell’impero Inca ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1983 dall’UNESCO. Oggi è ancora possibile ammirare la Korikancha (l’antico tempio del sole), il Convento delle Vergini del Sole (trasformato in Monastero di clausura), la grandiosa fortezza di Saqsayhuaman, alcuni palazzi reali inca in perfetto stato di conservazione, oltre a decine di altri resti archeologici, che convivono in un bizzarro connubio con palazzi e chiese barocche, il cui stile risente fortemente dell’influenza andina.

  7. Giorno7 Valle Sacra/Inka Trail Machu Picchu/Cusco

    In mattinata, trasferimento in treno al km 104 della ferrovia ed inizio del trekking a piedi verso Machu Picchu. Durante il mattino si ascende alle rovine di Wiñay Wayna, spettacolare sito Inka posto a mezza costa in posizione strategica. Proseguimento sul sentiero inka fino a Intipunku, la mitica porta del sole, da dove si ha una stupenda vista di tutto il complesso di Machu Picchu. Visita del sito. Pranzo al sacco. Nel tardo pomeriggio, ritorno a Cusco in treno. Cena libera. * escursione su base collettiva Machu Picchu è il sito archeologico per eccellenza dell’intera America Latina. Scoperta per puro caso dall’archeologo americano Hiram Bingham nel 1911, questa spettacolare cittadella, edificata sopra un cocuzzolo verde nel cuore della foresta tropicale, fu inizialmente identificata con il mitico Eldorado. In realtà, ancora oggi non si è giunti a capire con esattezza la funzione di questo sito, che doveva comunque essere di notevole importanza, vista la presenza di un tempio solare e l’esistenza di una cammino reale che la collegava alla capitale inca. Di certo si può dire che è il capolavoro assoluto dell’architettura inca, e che, se non era l’Eldorado, lo è diventata adesso, visto l’incredibile numero di turisti che la visitano tutti gli anni.

    PUNTI D’INTERESSSE 

    Machu Picchu

    Machu Picchu è il sito archeologico per eccellenza dell’intera America Latina. Scoperta per puro caso dall’archeologo americano Hiram Bingham nel 1911, questa spettacolare cittadella, edificata sopra un cocuzzolo verde nel cuore della foresta tropicale, fu inizialmente identificata con il mitico Eldorado. In realtà, ancora oggi non si è giunti a capire con esattezza la funzione di questo sito, che doveva comunque essere di notevole importanza, vista la presenza di un tempio solare e l’esistenza di una cammino reale che la collegava alla capitale inca. Situata in posizione spettacolare e dominante, è la località archeologica più famosa e ammirata del continente. Seguendo il sentiero per le rovine di Machu Picchu si arriverà alla Capanna del custode della Roccia Funeraria, uno dei pochi edifici restaurati e dotati di un tetto di paglia. Nel 2007 Machu Picchu è stato eletto come una delle Sette meraviglie del mondo moderno.

    Aguascalientes

    Aguas Calientes è il nome informale di Machu Picchu Pueblo, una cittadina situata in Perù, sulle rive del fiume Urubamba. E’ anche conosciuto come il punto di accesso più vicino alla città sacra Inca di Machu Picchu, che è a a 6 km di distanza. La città è stata il fulcro centrale per la presentazione dei lavoratori e le loro attrezzature fino al completamento nel 1931 della ferrovia. Ad Aguas Calientes vi è il Museo de Sitio Manuel Chàvez Ballòn che ospita le splendide mostre sugli scavi archeologici condotti a Machu Picchu e sulle antiche tecniche di costruzione inca

  8. Giorno8 Cusco

    Prima colazione. una giornata a disposizione per scoprire a piedi la magia dell’antica capitale dell’Impero Inca e i sui dintorni sarà possibile visitare vie, viuzze, mercati, chiese, conventi, chiostri e musei in poche centinaia di metri di diametro. Oppure partecipare ad escursioni facoltative alle cittadina di Chincero, Maras e Moray o partecipare alla escursione facoltativa di rafting sul fiume Urubamba Pasti liberi. Cusco (o Cuzco), situata a 3399 m slm, è il cuore pulsante del Perù, luogo magico per eccellenza: fu infatti la sontuosa capitale dell’impero Inca ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1983 dall’UNESCO. Basta una breve passeggiata a piedi nel centro storico per essere catturati dalla magia di Cusco: gli Spagnoli, che la conquistarono a metà del XVI sec. d.C., ne ammirarono l’ingegnoso impianto urbanistico e la solidità delle costruzioni. Fu così che lasciarono intatta la città, limitandosi ad aggiungere un secondo piano in stile barocco alle costruzioni originarie, oppure a riutilizzare le pietre dei palazzi preesistenti per edificare le chiese. Come conseguenza, si può affermare che l’impianto urbanistico della capitale dell’Impero Inca è ancora oggi perfettamente intatto…. Oggi è ancora possibile ammirare la Korikancha (l’antico tempio del sole), il Convento delle Vergini del Sole (trasformato in Monastero di clausura), la grandiosa fortezza di Saqsayhuaman, alcuni palazzi reali inca in perfetto stato di conservazione, oltre a decine di altri resti archeologici, che convivono in bizzarro connubio con palazzi e chiese barocche, il cui stile risente fortemente dell’influenza andina.

    PUNTI D’INTERESSE

    Qorikancha

    Il Qoricancha, originariamente chiamato Inti Kancha era il tempio più importante dell’impero Inca, dedicato principalmente a Inti, il dio del sole. Le pareti e i pavimenti erano coperti di lastre d’oro massiccio, e il cortile era pieno di statue d’oro, ma i coloni spagnoli costruirono la cattedrale di Santo Domingo sul sito, demolendo il tempio e con le sue fondamenta fecero la cattedrale. Tutto ciò che resta di Qorikancha sono delle strutture in pietra, ma nelle vicinanze si trova un museo archeologico sotterraneo, che contiene numerosi pezzi interessanti, tra cui mummie, tessuti e idoli sacri dal sito.

    Tambomachay

    Tambomachay o Tampumachay è un sito archeologico associato all’Impero Inca, situato vicino a Cusco. Questo sito si compone di una vasca cerimoniale in pietra lavorata che convoglia l’acqua di una fonte cristallina attraverso fontane ancora funzionanti, ed è per questo che il suo nome alternativo è ’El Baño del Inca’ ovvero ’Il bagno degli Incas’. Secondo alcune ipotesi il sito era dedicato al culto inca dell’acqua e anticamente poteva esser stato utilizzato come avamposto militare o come luogo di cura per l’élite politica inca.

    Qenqo

    Qenco è un luogo sacro ed è costituito da una grande roccia calcarea sulla quale sono state scavate nicchie e gradini con diverse incisioni simboliche. Questi canali si ritiene servissero per il sacrificio rituale accompagnato dalla chicha (birra prodotta con mais fermentato) o probabilmente dal sangue. Nella parte sotterranea vi è una grotta con diversi altari ricavati nella pietra.

    Sacsayhuaman

    La fortezza di Sacsayhuamán o Sacsaihuaman è un sito archeologico Inca situato nella regione di Cusco, ed il nome significa letteralmente ”falco soddisfatto”. Questa rovina è tra le più suggestive situate nelle vicinanze di Cuzco ed è composta da tre aree distinte, di cui la più suggestiva è delimitata da magnifiche mura poste su tre livelli che costituiscono le fortificazioni. Ad ogni solstizio d’estate vi si festeggia l’Inti Raimi, la festa di Inti, il dio del Sole, ed in tale circostanza vengono ancora effettuati rituali risalenti all’epoca incaica.

    Plaza de Armas

    La Plaza de Armas è il nome della piazza principale di molte città dell’America Latina, nonostante alcune grandi città abbiano sia una Plaza de Armas che una Plaza Mayor. Intorno alla piazza, situata nella splendida e storica città di Cusco, sorgono dei portici di epoca coloniale, e anticamente era più grande perchè comprendeva un’altra piazza, che attualmente è la Plaza Regocijo. Di sera la piazza assume un fascino diverso illuminata dalle luci, ed è ancora più suggestiva che di giorno.

    Chiesa della Compagnia di Gesù

    Sul lato sud-est della Plaza De Armas sorge la chiesa della Compagnia di Gesù, uno dei più bei santuari in stile barocco del Perù, costruita sulle fondamenta del palazzo Inca Huayana Càpac, detto Amarucancha o recinto del serpente. Vicino alla porta centrale si possono notare due grandi tele, importanti per la loro ricchezza di dettagli sull’epoca, raffiguranti due fra i primi matrimoni celebrati a Cuzco. Altro particolare importante, è il suo altare, costruito interamente d’oro.

    Cusco

    Cusco (o Cuzco), è il cuore pulsante del Perù, luogo magico per eccellenza: fu infatti la sontuosa capitale dell’impero Inca ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1983 dall’UNESCO. Oggi è ancora possibile ammirare la Korikancha (l’antico tempio del sole), il Convento delle Vergini del Sole (trasformato in Monastero di clausura), la grandiosa fortezza di Saqsayhuaman, alcuni palazzi reali inca in perfetto stato di conservazione, oltre a decine di altri resti archeologici, che convivono in un bizzarro connubio con palazzi e chiese barocche, il cui stile risente fortemente dell’influenza andina.

  9. Giorno9 Cuzco/Montagne Arcobaleno/Cuzco

    Partenza dal proprio hotel di Cusco alle ore 4.00 in direzione Sud Dopo 3 ore sul bus si arriverà a Checacupe, e si prenderà una deviazione presso la località di Pitumarca, Dopo si passerà attraverso meravigliosi paesi e le valli di Pitumarca e si arriverà al villaggio Chillihuani. Inizio del trekking. Si passerà attraverso paesaggi meravigliosi, lagune dove abitano i camelidi sudamericani (alpaca, lama, vigogne, puma, uccelli andini e condor ecc..). Il trekking durerà intorno alle 3 ore e mezza. Fino ad arrivare in un posto chiamato Vinincunca-Pass a 5200 metri sopra il livello del mare, dove si potrà assistere ad una impressionante visione delle montagne arcobaleno.Successivamente si inizia la discesa fino al punto d’inizio del trekking dove si ripartirà alla volta di Cusco (si arriverà intorno alle 17/18 di pomeriggio). Pranzo incluso. Cena libera *Escursione condivisa Questo Trekking è molto impegnativo e può essere fatto solo da persone in perfetta forma fisica e adeguatamente allenati.Nel caso di neve il trekking potrà essere cancellato.

     

     

  10. Giorno10 Cusco/Puno

    In mattinata, partenza per Puno in pullman di linea (servizio turistico, con guida bilingue al seguito). Il viaggio durerà dieci ore circa. Durante la strada, sosta e visita al tempio inca di Viracocha a Raqchi, al passo di La Raya (4.300 metri slm) ed al villaggio di Andahuaylllas, per la visita della chiesa affrescata. Pranzo in ristorante. Puno: sistemazione in albergo. Cena libera. Puno è anche molto di più del Titicaca: il fantastico altopiano che la circonda (la ‘puna’) si estende fino oltre all’orizzonte a perdita d’occhio, creando scorci formidabili, fornendo pascoli eccellenti ai camelidi andini e ospitando una delle specie vegetali più affascinanti del pianeta: la puya Raimondi. Non perdetevi una veloce scappata al cimitero monumentale pre-incaico di Sillustani, sito a picco su un altro meraviglioso lago andino, l’Umayo. E, se avete ancora tempo, non perdetevi una delle mille feste locali della città, i cui abitanti sfruttano ogni occasione per ballare e cantare per le vie animate del centro. Puno è il punto di partenza ideale per una scappata in Bolivia, sull’altra riva del Titicaca, o per una escursione al Canyon del Colca.

    PUNTI D’INTERESSE

    La Raya

    La Raya è la linea che divide le regioni di Cusco e Puno, in Perù. A 4.335 metri sul livello del mare, La Raya offre splendide vedute delle Ande, dove sono, inoltre, in aumento gli allevamenti di alpaca.

    Andahuaylillas

    Il distretto della provincia di Quispicanchis, si trova 40 km (25 miglia) ad est di Cusco a una altitudine di 3100 metri. Questo grazioso villaggio è famoso per la chiesa gesuita, decorata con elaborati ornamenti barocchi dall’effetto a volte opprimente. Questa chiesa è stata costruita sul sito di un importante ex tempio inca, la cui base era fatta di andesite. La chiesa ospita molte sculture e numerosi quadri, tra i quali vi è una tela dell’Immacolata Concezione attribuita a Esteban Murillo. In alcuni ambienti di questa chiesa si possono osservare resti di edifici Inca, e vi è inoltre un’entrata che appartiene ad un’architettura di transizione tra lo stile Inca e quello coloniale. La chiesa risale al XVII secolo e al suo interno sono custoditi sotto chiave molti tesori d’oro e d’argento. La prima cosa che si nota entrando nella Chiesa, sul lato sinistro, è il Battistero, attorno al quale vi è la scritta ”Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Amen”. Nella superficie dietro la facciata vi sono numerosi murales rappresentanti il cammino profano che porta all’inferno e quello poderoso che porta al paradiso.

    Sicuani

    (Raqchi) Raqchi appartiene al distretto di San Pedro de Cacha, in provincia di Canchis e si trova vicino al fiume Vilcanota, a una altitudine di 3500 metri. Questo piccolo villaggio è totalmente circondato da rovine inca che viste dalla strada sembrano un acquedotto mentre in realtà sono i resti del Tempio di Viracocha. Il Tempio è una costruzione grandiosa per la sua era di provenienza e architettonicamente è un grande edificio coperto completamente con la paglia. La sua parte centrale venne fabbricata con pietre finemente intagliate, mentre la base venne fatta in adobe, mattoni fatti con terra e paglia essiccati al sole. Gli abitanti di Raqchi sono anche dei famosi vasai, e molte delle ceramiche in vendita ai mercati di Pisac e Chinchero provengono da qui. La terza domenica di giugno a Raqui si svolge una festa molto pittoresca con danze e musiche tradizionali.

    Lago Titicaca

    Il Titicaca è un lago situato tra Bolivia e Perù ed è il lago navigabile più alto del mondo. E’ un mondo di contrasti, fatto di assolate isole verdi e piccole fattorie gelide ma anche di gente che ama le feste e i divertimenti. Le acque di questo lago sono di un blu intenso e le isole e le sponde sono il luogo ideale per l’agricoltura.

    Puno

    Puno è una città peruviana situta sulla sponda occidentale del Lago Titicaca, a quasi 4.000 metri di altitudine. Rappresenta il punto più alto di quasi tutti gli itinerari turistici peruviani, ed è perciò buona norma inserirla alla fine del viaggio, quando si è già presa confidenza con l’altura. La cattedrale barocca di Puno è un importante punto da cui partire per visitare la città, per poi passare alla Casa del Corregidor, uno degli edifici più antichi di Puno, al museo di Carlos Dreyer e al Museo della Coca. La principale ragione per andare a Puno è rappresentata dal lato Titicaca, lo specchio d’acqua navigabile più alto del mondo, ed è molto suggestivo sia all’alba che al tramonto.

  11. Giorno11 Puno / Lago Titicaca / Puno

    Prima colazione. Partenza con il kayak per la visita delle le isole galleggianti degli Uros, Successivamente con barca veloce si prosegue fino all’isola Taquile, nel cuore del lago, abitata dagli indiani omonimi, ottimi artigiani. Rientro in albergo nel pomeriggio. Pasti liberi. * escursione su base collettiva Puno è una città peruviana di circa 120.000 abitanti sita sulla sponda occidentale del Lago Titicaca, a quasi 4.000 metri di altitudine. Rappresenta il punto più alto di quasi tutti gli itinerari turistici peruviani, ed è perciò buona norma inserirla alla fine del viaggio, quando si è già presa confidenza con l’altura. La ragione di una visita a Puno è presto detta: il maestoso lago Titicaca (8.000 kmq), lo specchio d’acqua navigabile più alto del mondo. Si dice che, quando Dio creò il mare e poi le montagne, si dimenticò del Titicaca che così rimase incastrato e fu trasportato a 4.000 metri… infiniti sono i motivi di suggestione del lago: i suoi cieli stellati, le sue albe ed i suoi tramonti, le sue isole abitate dai nativi Aymara, le isole galleggianti degli indiani Uros.

    PUNTI D’INTERESSE

    Lago Titicaca

    Il Titicaca è un lago situato tra Bolivia e Perù ed è il lago navigabile più alto del mondo. E’ un mondo di contrasti, fatto di assolate isole verdi e piccole fattorie gelide ma anche di gente che ama le feste e i divertimenti. Le acque di questo lago sono di un blu intenso e le isole e le sponde sono il luogo ideale per l’agricoltura.

    Puno

    Puno è una città peruviana situta sulla sponda occidentale del Lago Titicaca, a quasi 4.000 metri di altitudine. Rappresenta il punto più alto di quasi tutti gli itinerari turistici peruviani, ed è perciò buona norma inserirla alla fine del viaggio, quando si è già presa confidenza con l’altura. La cattedrale barocca di Puno è un importante punto da cui partire per visitare la città, per poi passare alla Casa del Corregidor, uno degli edifici più antichi di Puno, al museo di Carlos Dreyer e al Museo della Coca. La principale ragione per andare a Puno è rappresentata dal lato Titicaca, lo specchio d’acqua navigabile più alto del mondo, ed è molto suggestivo sia all’alba che al tramonto

  12. Giorno12 Puno/Arequipa

    Prima colazione. In mattinata partenza in bus di linea per Arequipa. Trasferimento in albergo. Pasti liberi. Arequipa, con i suoi oltre 900.000 abitanti, è la seconda città più popolosa del Perù. Conosciuta come ”La Ciudàd Blanca” per il colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico (dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2.000), fu fondata dagli Spagnoli nel 1540.

    PUNTI D’INTERESSE

    Monastero di Santa Catalina

    Il monastero di Santa Catalina è una perla di edificio religioso, situato nel centro di Arequipa, al sud del Perù. È l’unico monastero del mondo con una cittadella ed è un monastero di suore, dell’ordine di Santa Catalina di Siena, che fecero un voto di silenzio a vita. Non parlano nemmeno tra di loro, sono recluse dentro del monastero, e lo si può visitare solamente in parti dove le suore non hanno accesso. Si possono vedere le antiche abitazioni dove vivevano nel XVI secolo, quando venne fondato, così come la cittadella, le cucine e i luoghi comuni, ma sempre senza nessuno in giro. Il luogo è piuttosto disorientante, con passaggi stretti e tortuosi, abitazioni ascetiche e spartane, arredi d’epoca e opere d’arte religiosa. Vi sono tre chiostri principali, ed il primo è il Chiostro delle Novizie, caratterizzato da un cortile al cui centro si trova un albero della gomma. Il secondo chiostro che si incontra è quello degli Aranci, chiamato così per gli alberi di arancio che crescono al suo centro e che rappresentano il rinnovamento e la vita eterna. Infine vi è il Chiostro Grande, delimitato dalla cappella su un lato e dalla galleria d’arte sull’altro.

    Arequipa

    Arequipa, con i suoi oltre 900.000 abitanti, è la seconda città più popolosa del Perù. Conosciuta come ”La Ciudàd Blanca” per il colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico (dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2.000), fu fondata dagli Spagnoli nel 1540. Il suo caratteristico stile architettonico si può ammirare nella magnifica Plaza de Armas, ma anche nelle splendide chiese coloniali, nei monasteri e nelle varie residenze della città. La città sorge ai piedi del grande vulcano El Misti, ed è il punto di partenza ideale per una escursione nel Canyon del Colca o nella valle dei vulcani.

  13. Giorno13 Arequipa Arequipa, con i suoi oltre 900.000 abitanti, è la seconda città più popolosa del Perù. Conosciuta come

    Prima colazione. Intera giornata a disposizione per relax, shopping e visite individuali. Pasti liberi. La città sorge ai piedi del grande vulcano El Misti, il motivo principale per una sosta è dato dal suo spettacolare centro storico, con palazzi e chiese coloniali di superba bellezza, dove trionfa lo stile barocco andino, fusione unica fra i canoni estetici europei e l’oscura e sanguigna sensibilità andina. Su tutti, svettano la cappella affrescata della chiesa dei gesuiti e il Monastero di santa Caterina, suggestiva città monastica dentro la città.

    PUNTI D’INTERESSE

    Canyon del Colca

    Il canyon del Colca si trova circa 100 miglia (160 chilometri) a nord-ovest di Arequipa. Dalle pareti del canyon, che non sono verticali come quelle del Grand Canyon, bensì orizzontali, si possono ammirare al mattino i condor, che si alzano maestosamente in volo sfruttando le correnti di aria calda. Sullo sfondo, si stagliano maestosi numerosi vulcani che raggiungono e superano i 5.000 metri di altezza. Nonostante la profondità, il Canyon del Colca è, dal punto di vista geologico, molto giovane. Disseminati lungo la valle, vi sono molti altri piccoli villaggi, abitati dai Collaguas e Cabanas, popolazioni native che mantengono ancora vive le loro tradizioni ancestrali e continuano a coltivare la terra su suggestivi terrazzamenti di origine pre-colombiana. In ciascuno di questi villaggi, poveri eppure affascinanti, sorge una piccola chiesa, gioiello dell’architettura barocca coloniale, felicemente contaminata dalla sensibilità artistica andina.

    Monastero di Santa Catalina

    Il monastero di Santa Catalina è una perla di edificio religioso, situato nel centro di Arequipa, al sud del Perù. È l’unico monastero del mondo con una cittadella ed è un monastero di suore, dell’ordine di Santa Catalina di Siena, che fecero un voto di silenzio a vita. Non parlano nemmeno tra di loro, sono recluse dentro del monastero, e lo si può visitare solamente in parti dove le suore non hanno accesso. Si possono vedere le antiche abitazioni dove vivevano nel XVI secolo, quando venne fondato, così come la cittadella, le cucine e i luoghi comuni, ma sempre senza nessuno in giro. Il luogo è piuttosto disorientante, con passaggi stretti e tortuosi, abitazioni ascetiche e spartane, arredi d’epoca e opere d’arte religiosa. Vi sono tre chiostri principali, ed il primo è il Chiostro delle Novizie, caratterizzato da un cortile al cui centro si trova un albero della gomma. Il secondo chiostro che si incontra è quello degli Aranci, chiamato così per gli alberi di arancio che crescono al suo centro e che rappresentano il rinnovamento e la vita eterna. Infine vi è il Chiostro Grande, delimitato dalla cappella su un lato e dalla galleria d’arte sull’altro.

    Arequipa

    Arequipa, con i suoi oltre 900.000 abitanti, è la seconda città più popolosa del Perù. Conosciuta come ”La Ciudàd Blanca” per il colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico (dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2.000), fu fondata dagli Spagnoli nel 1540. Il suo caratteristico stile architettonico si può ammirare nella magnifica Plaza de Armas, ma anche nelle splendide chiese coloniali, nei monasteri e nelle varie residenze della città. La città sorge ai piedi del grande vulcano El Misti, ed è il punto di partenza ideale per una escursione nel Canyon del Colca o nella valle dei vulcani.

  14. Giorno14 Arequipa/Lima/Italia

    Prima colazione. In mattinata, ultime ore a disposizione. Partenza in aereo per Lima. Coincidenza per l’Italia. Volo notturno. Arrivo previsto il mattino successivo. Il Perù è un paese magico e millenario. Un paese di civiltà perdute, la cui progressiva scoperta continua ad affascinare scienziati e archeologi, per il livello impressionante raggiunto nei diversi campi del sapere umano e per il complesso rapporto che mantennero con l’ambiente in cui si svilupparono.

    PUNTI D’INTERESSE

    Arequipa

    Arequipa, con i suoi oltre 900.000 abitanti, è la seconda città più popolosa del Perù. Conosciuta come ”La Ciudàd Blanca” per il colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico (dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2.000), fu fondata dagli Spagnoli nel 1540. Il suo caratteristico stile architettonico si può ammirare nella magnifica Plaza de Armas, ma anche nelle splendide chiese coloniali, nei monasteri e nelle varie residenze della città. La città sorge ai piedi del grande vulcano El Misti, ed è il punto di partenza ideale per una escursione nel Canyon del Colca o nella valle dei vulcani.

    Lima

    Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Fondata da Francisco Pizarro il 18 gennaio del 1535, fu devastata a più riprese dai terremoti, che ne modificarono l’originaria atmosfera coloniale. Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge ed i suoi parchi. Alcuni siti turistici a Lima sono la Plaza de Armas, il punto da cui trasse origine Lima, la Catedral de Lima, l’Iglesia de Santo Domingo, il Monastero di San Francesco e l’Iglesia de la Merced. Sostando in questa bellissima città non si possono perdere i suoi musei, legati alla storia pre-colombiana, come ad esempio il museo Larco, caratteristico per la sua collezione di oggetti d’oro e pietre preziose.

     

Città, Hotel/Alloggi

1°Giorno

Italia/Lima:

-Tambo 2 de mayo o similare

-El pardo doubletree o similare

2°Giorno

Lima:

-Tambo 2 de mayo o similare

-El pardo doubletree o similare

3°Giorno

Lima/Paracas:

-San agustin internacional o similare

-Hacienda Paracas

4°Giorno

Paracas:

-San agustin internacional o similare

-Hacienda Paracas

5°Giorno

Paracas/Lima/Cusco/Valle Sacra:

-Hacienda Valle o similare

-Casa andina Premium o similare

6°Giorno

Valle Sacra degli Incas:

-Hacienda Valle o similare

-Casa andina Premium o similare

7°Giorno

Valle Sacra/Inka Trail Machu Picchu/Cusco:

-Casa andina standard o similare

-Casa andina Premium o similare

8°Giorno

Cusco:

-Casa andina standard o similare

-Casa andina Premium o similare

9°Giorno

Cuzco/Montagne Arcobaleno/Cuzco:

-LOS NIÑOS HOTEL

-Casa andina Premium o similare

10°Giorno

Cusco/Puno:

-Hacienda Puno o similare

-Jose Antonio

11°Gorno

Puno / Lago Titicaca / Puno:

-Hacienda Puno o similare

-Jose Antonio

12°Giorno

Puno/Arequipa:

-Casona Plaza

-Casa Andina Select o similare

13°Giorno

Arequipa:

-Casona Plaza

-Casa Andina Select o similare

14°Gorno

Arequipa/Lima/Italia:

Partenza per l’Italia e viaggio di ritorno

Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi 

Sistemazione e Trattamento InclusiSeguire come da programma
  • 1°Giorno

Sistemazione Turistica: Tambo 2 de mayo o similare

Sistemazione Superiore: El pardo doubletree o similare

Trattamento: Come da programma

  • 2°Giorno

Sistemazione Turistica: Tambo 2 de mayo o similare

Sistemazione Superiore: El pardo doubletree o similare

Trattamento: Come da programma

  • 3°Giorno

Sistemazione Turistica: San agustin internacional o similare

Sistemazione Superiore: Hacienda Paracas

Trattamento: Come da programma

  • 4°Giorno

Sistemazione Turistica: San agustin internacional o similare

Sistemazione Superiore: Hacienda Paracas

Trattamento: Come da programma

  • 5°Giorno

Sistemazione Turistica: Hacienda Valle o similare

Sistemazione Superiore: Casa andina Premium o similare

Trattamento: Come da programma

  • 6°Giorno

Sistemazione Turistica: Hacienda Valle o similare

Sistemazione Superiore: Casa andina Premium o similare

Trattamento: Come da programma

  • 7°Giorno

Sistemazione Turistica: Casa andina standard o similare

Sistemazione Superiore: Casa andina Premium o similare

Trattamento: Come da programma

  • 8°Giorno

Sistemazione Turistica: Casa andina standard o similare

Sistemazione Superiore: Casa andina Premium o similare

Trattamento: Come da programma

  • 9°Giorno

Sistemazione Turistica: LOS NIÑOS HOTEL

Sistemazione Superiore: Casa andina Premium o similare

Trattamento: Come da programma

  • 10°Giorno

Sistemazione Turistica: Hacienda Puno o similare

Sistemazione Superiore: Jose Antonio

Trattamento: Come da programma

  • 11°Giorno

Sistemazione Turistica: Hacienda Puno o similare

Sistemazione Superiore: Jose Antonio

Trattamento: Come da programma

  • 12°Giorno

Sistemazione Turistica: Casona Plaza

Sistemazione Superiore: Casa Andina Select o similare

Trattamento: Come da programma

  • 13°Giorno

Sistemazione Turistica: Casona Plaza

Sistemazione Superiore: Casa Andina Select o similare

Trattamento: Come da programma

  • 14°Giorno

Sistemazione: In volo

Trattamento: Come da programma

Arrivo in Italia e termine dei nostri servizi